Benvenuti sul nostro NICU'S BLOG! Qui troverete consigli sul parto dolce, l'allattamento al seno, l'essere ecogenitori, portare i bimbi in fascia, l'educazione, i giochi...e tanto tanto altro.
Se volete sapere di più sulla nostra Associazione veniteci a trovare anche sul nostro sito http://www.nascereincasaumbria.it/

Cerca in NICU'S BLOG

giovedì 11 febbraio 2010

Quanto mangia un neonato

Durante il primo periodo dopo la nascita, almeno per il primo mese, è diffusa l’abitudine di ricorrere alla bilancia, per fare la cosiddetta “doppia pesata”, verificando la quantità di latte ingerita dal bambino ad ogni poppata – si pesa il bambino prima e dopo la poppata e si valuta il suo aumento. Questa pratica non solo non è necessaria, ma genera ansia nel genitore, che potrebbe notare che il proprio figlio mangia meno di quanto previsto… ma previsto da chi?

Ogni bambino ha il suo particolare modo di alimentarsi: ci sono bimbi che poppano anche per un’ora di fila, altri per 30 minuti, altri ancora soltanto per 5 minuti, e poi sono sazi, e qualunque altra via di mezzo è possibile. Anche l’intervallo tra le poppate è assolutamente personale: vostro figlio potrebbe aver mangiato da pochi minuti ed avere bisogno di attaccarsi di nuovo al seno, soltanto per sete. Quindi:

1) ogni bambino assume di volta in volta la quantità di latte di cui ha bisogno in quel momento, ed ogni poppata è diversa dall’altra;

2) ogni bambino è diverso dagli altri e non si può stabilire una quantità di latte “universalmente giusta”.

E se oggettivamente un bambino cresce poco? Se alla visita di controllo il pediatra osserva che la sua crescita non è adeguata? Come poteva la mamma rendersi conto di questo?

Se ci si fida del bambino e lo si allatta a richiesta, non si utilizza la bilancia, ma si osserva lo stato di benessere del piccolo. Un bambino vispo, tonico, non eccessivamente sonnolento, è un bambino che sta bene e molto probabilmente si sta alimentando correttamente, come il proprio fisico gli richiede, e come la natura ha programmato che faccia.
Esiste però anche un semplice metodo per controllare che il bimbo sia sufficientemente idratato: il conteggio dei pannolini bagnati.

Un bimbo che assume latte a sufficienza dovrebbe bagnare di pipì almeno 5-6 pannolini al giorno.

Attenzione! Il pannolino deve essere inequivocabilmente bagnato, ovvero non è necessario toccarne l’interno o annusarlo, lo si capisce soppesandolo tra le mani: la differenza con il pannolino asciutto è evidente. Per chi avesse ancora qualche dubbio, suggeriamo di inserire all’interno del pannolino un pezzetto di stoffa di cotone, in modo che al tatto risulterà sicuramente bagnata nel caso in cui il bambino abbia fatto pipì.
N.B. Questo conteggio è valido dopo che il seno comincia a produrre latte, poiché fin quando il bimbo si alimenta con il colostro, il liquido assunto è esiguo ma concentrato.

1 commento:

  1. Beneficial info and excellent design you got here! I want to thank you for sharing your ideas and putting the time into the stuff you publish! Great work!

    cheap nolvadex

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails